Nino Franco: un secolo di storia in terra di Prosecco

di Andrea Grignaffini

23 dicembre 2019

 

Cento anni nel mondo del vino italiano è traguardo per pochi. Accade in terra di Prosecco con l’azienda Nino Franco quando il capostipite Antonio si dedica alla viticoltura nel 1919, appunto. Il testimone passa poi a Nino e poi a Primo che diplomatosi enologo proprio a Conegliano Veneto mette in pratica il sapere con il fare varie esperienze sul campo anche all’estero.

In Francia nasce la sua passione per gli Champagne, un passaggio molto importante per comprendere le potenzialità del vino del suo territorio. Inizia però negli anni Novanta a sperimentare nuove tecniche di impianto in vigna utilizzando vecchi cloni e sperimentando anche in cantina.
La determinazione e la volontà di arrivare a grandi risultati nella produzione di Prosecco è continuata con l’entrata in scena della moglie Annalisa e più avanti della figlia Silvia.

Per festeggiare il secolo brindiamo con il Primo Franco Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG (16 euro) da uve glera allevata in vigneti locati in alta collina di Valdobbiadene, in cantina segue il Metodo Charmat in tipologia dry. Nel bicchiere il vino colora di giallo paglierino luminoso; in bocca in primo piano frutta esotica, mela e note ammandorlate e agrumate. Il sorso presenta le caratteristiche tipiche di questo vitigno equilibrato tra l’amabile e il fruttato, l’acidità e la freschezza.

 

 

https://www.repubblica.it/dossier/sapori/guide-espresso/2019/12/23/news/nino_franco_un_secolo_di_storia_in_terra_di_prosecco-244201810/