Alfabeto delle bollicine: cosa si beve durante le feste?

  

 

 

 

La domanda è sempre la stessa in questo periodo: cosa si beve durante le feste? Amici, parenti e conoscenti spesso mi sottopongono questo quesito, ma la mia risposta più che sul cosa spesso verte sul come bere. Si beve bene e responsabilmente, rigorosamente bollicine. Da questo assunto è nato quasi per gioco il nostro Alfabeto delle Bollicine, che vuole dare una panoramica trasversale, un consiglio anche last minute a chi si trova in dubbio su cosa stappare tra Natale e Capodanno o sul vino da regalare. Già trasversale, perché a noi di Beverfood.com piace parlare a una platea vasta, qui non troverete dei talebani di un metodo piuttosto che detrattori di alcune denominazioni, ma solo un elenco di bollicine che abbiamo testato e raccontato durante il 2019, sempre in ordine alfabetico. Tanto Champagne, perché noblesse oblige, rimane sempre il punto di riferimento in fatto di qualità, anche per noi italiani che siamo sempre stati un popolo di importatori di bollicine francesi. Per rimanere in casa nostra un viaggio dall’Alta Langa al Trento Doc passando per la Franciacorta all’Oltrepò Pavese, senza dimenticare alcune esperienze di spumantizzazione in territori che si prestano, come Valle d’Aosta, Emilia, Toscana, Puglia e Sardegna. Non può mancare il Prosecco con un marchio storico, mentre dal mondo arrivano esperienze interessanti, con i Cremant d’Alsazia, sparkling dall’Ungheria, dalla Napa Valley e dell’Australia. Non rimane che leggere il nostro alfabeto delle bollicine e farsi guidare dalla lettera che preferite. Cin cin!!

 

 

….

 

 

N NINO FRANCO E’ stato un anno speciale per Nino Franco, che ha festeggiato nel 2019 il suo centenario. Un portabandiera del Prosecco, ripercorrendo le tappe della storia della cantina veneta si vede una crescita organica, con gli ultimi vent’anni hanno accompagnato lo sviluppo delle bollicine italiane più famose nel nel mondo. Dall’acquisto di Villa Barberina, villa settecentesca all’interno della proprietà del vigneto Grave di Stecca, restaurata nel 2008 diventata un relais, all’entrata nel 2006 di Silvia, la quarta generazione che segue la tradizione famigliare nella conduzione della cantina. Un brindisi speciale per festeggiare un compleanno importante, distribuito in Italia da un partner di eccellenza come il Gruppo Meregalli.

 

….

 

 

https://www.beverfood.com/alfabeto-bollicine-beve-feste-2019-wd/